Cose…

cose

Mettendo insieme una raccolta di miei versi mi è capitata sott’occhio questa poesia dall’incontenibile attualità. Quando la scrissi un paio d’anni fa non pensavo né a quelle rosse, né a quelle bianche, tantomeno al rimpasto di italia, forza, libertà e popolo… semplicemente mi tuffavo nel piacere e nel trambusto di farle.
Cambiano il nome alle cose. Danno nuovi significati alle cose. E se le cose cambiano e non ce ne  rendiamo conto crediamo di farne una ed invece ne facciamo un’altra. E su questo l’armata del Male dispiega le sue forze più subdole.
Questi brevi versi sono un omaggio a tutte quelle cose che riusciremo a fare conservandole così, intatte, come sono.

Cose

Capitiam per caso
a volte siam robe
altre, volte, siam spose
altre, volte.
Cose, solo cose
per mani laboriose
per teste pensose
mai pose
forse rose.
Grazie un’altra dose
mi son perso, troppe cose…
Arcano Pennazzi – Mi cascano Poesie che non trattengo – Editrice “non c’è ancora…
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: