Dott.ssa Gentilini – “Gli inceneritori sono un pacco!”

 http://it.youtube.com/watch?v=dEMI8yY_cbY

Adesso che ce l’ha detto il dottore ci crediamo?

I soldi non crescono sulle piante il cibo sì! Sopra e sotto, le piante!

L’industria ed il sogno della richezza ci hanno rubato sapere e sogni sotterrandoli sotto l’asfalto, murandoli nel cemento, isolandoli nell’eternit. Ognuno brama il suo posto nella grande corsa all’oro, nessuno fa passi indietro. Fare passi indietro è da pusillanimi, rinunciare a vivere per seguire il sogno sbagliato è da fighi!

Se la grande macchina produttiva globale si ferma cosa succederà? Magari che i cinesi non avranno più una fottuta paura di vivere e si sdraieranno con calma sotto le palme coi messicani per la siesta. Gli indiani giocheranno a scacchi via web con i russi. Le americane copuleranno coi romagnoli tutto l’anno e non solo le ultime tre settimane d’agosto. I lumbard e i giapponesi andranno alla Mecca a fare l’happy hour. Mussulmani e cattolici di ogni latitudine balleranno nudi ad un concerto che in confronto a Woodstock c’erano quattro sfigati. Nessuno avrà più paura che gli rubino il pane di bocca perché l’obbiettivo sarà quello di creare una realtà diversa a seconda del luogo, della cultura e del clima ma una realtà che sia sostenibile e riproducibile ovunque.

Impossessandoci finalmente delle nostre vite cosa succederà? Che forse produrranno finalmente un piccolo apparecchietto che fa da telefono, macchina fotografica, lettore mp3, mp4, mp25, navigatore satellitare, non si cambia l’involucro ma si aggiornano i programmi. Il prezzo delle telefonate sarà a prezzi bassissimi. Avrà una batteria che sta carica una settimana. Sarà indistruttibile, durerà dieci anni! Forse produrranno auto che ricarichi a biomassa, con le candide secrezioni del tuo digerito, espulso, raccolto e utilizzato. Così non si sprecheranno più tonnellate di acqua potabile per caccire lontano la cacca. Tonnellate di cacca hanno valore, tonnellata d’acqua potabile sono una perdita di valore!  

Non dovremo lavorare per avere tutto nuovo e continuare a buttare via. Non continueremo ad estrarre e creare rifiuto. L’economia dovrà passare dal profitto alla sostenibilità. Le auto dureranno trent’anni. Non continueremo a fare mutui e pagare rate. Avranno cofani e cruscotti intercambiabili così non ci s’annoierà a stare sempre seduti sulla stessa vettura.

Allora non passerà più solo ed unico il messaggio di comprare, continuate a comprare! Così vuole il negoziante, così vuole l’artigiano. Non curanti che il tempo passa e non lo si è vissuto, non curanti che le risorse sono sempre più scarse, non curanti che il terzo e il quarto mondo sono tali perché il primo deve diventare sempre più ricco.

Allora sarà ricchezza il tempo da dedicare alla vita, al convivio, al gioco, all’educare, alla laboriosità del fare, sempre meglio, sempre con più arte nel rispetto della bellezza che sta nella natura. E nessuno vorrà più tornare indietro. A quando la ricchezza era bruciare, sprecare, ammalarsi e star male per avere un sacco di banconote da sperperare.

Annunci

Una Risposta to “Dott.ssa Gentilini – “Gli inceneritori sono un pacco!””

  1. Dean Graziosi more? info… Says:

    Hi there, of course this piece of writing is truly good and I
    have learned lot of things from it regarding blogging. thanks.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: