Merda a babordo!

http://www.youtube.com/watch?v=ypGZqC5IWms

Ricordate il discorso di ieri del collaborare? Ecco io e questo signore barbuto siamo telepatici, leggete un pò…

Per leggere l’articolo dall’inizio: http://www.jacopofo.com/node/4151

Ma con le recriminazioni non si fanno gli spaghetti.
E a questo punto vorrei fare una proposta.
Partiamo proprio dal fatto che comunque stiamo iniziando a costruire i primi 20 impianti, abbiamo il sostegno di un centinaio dei siti piu’ appassionati e lungimiranti del Web e 200mila romantici etici che vengono a leggere quel che pubblichiamo sui siti e su Cacao.
E poi c’e’ un migliaio di persone squisitissime che si sono associate a Cacao Alcatraz pagando 27 euro e permettendoci di stare in piedi sotto Berlusconi e sotto Prodi e 10mila persone deliziose e illuminate che hanno scelto di comprare i nostri prodotti etici e di aderire ai nostri Gruppi di Acquisto.
La mia idea e’ di fare qualche cosa per noi, che ci faccia sopportare meglio la vita ai tempi di Berlusconi (se ci tocchera’ un altro giro di giostra infernale) e che ci dia piu’ forza nella nostra vita privata. Utilizziamo Internet per collaborare, scambiamoci informazioni, idee, contatti.
Credo che creare, tra gli amanti delle buone notizie e delle ecotecnologie, una sorta di comunita’, di social forum, sarebbe utile per tutti e offrirebbe parecchi vantaggi oltre a dare la possibilita’ di conoscere persone nuove e molto particolari. E questo lo sappiamo fare bene, Alcatraz come La Citta’ Segreta e il Web Corteo sono stati occasioni di conoscenza formidabile e hanno fatto nascere amicizie d’acciaio, amori dolcissimi, figli felici e collaborazioni di lavoro.

E questo e’ importante. E’ politica anche questa.
E’ cultura dell’incontro e della collaborazione, l’unico antidoto efficace contro la cultura mafiosa.
Abbiamo gia’ fatto un passo in questa direzione inaugurando il sito
http://www.stradaalternativa.com che in questo momento sta gestendo lo scambio di banner tra una cinquantina di siti internet etici.
E’ un primo passo per collegare meglio le proposte alternative che vivono in rete, spesso con pochissima visibilita’.
Ma la mia idea e’ che questa comunita’ virtuale viva anche intorno a dei laboratori nei quali occuparsi di comunicazione, controinformazione, arte, ricerca.
Attenzione pero’, non voglio fare quelle cose in cui ci si fanno delle gran seghe intellettuali e non si conclude un cavolo.
La mia idea e’ di creare insieme delle botteghe artigianali virtuali (su Internet) nelle quali si lavora, si produce e si sviluppa la creativita’ concretizzandola.
Partire da progetti realisticamente realizzabili in un mese. Azione, risultato.
La prima idea che vorrei proporre e’ di iniziare a produrre brevissime clip video e arrivare nel giro di alcuni mesi a realizzare un film documentario che faccia ridere e dimostri che gli italiani sono fuori di testa. Cerco operatori, montatori, giornalisti, anchorman, grafici, realizzatori di cartoni animati in 2D e 3D, fotografi, fotomontatori, doppiatori, attori, cantanti, musicisti, scenografi, web master, programmatori, organizzatori, ricercatori. E cerco qualcuno che sia capace di coordinare un bel po’ di gente mantenendo il sorriso sulle labbra e riuscendo contemporaneamente a portare a casa il lavoro.
Si fa il film e se va bene si dividono i proventi, un tanto per ogni ora di lavoro. Per essere chiaro dico subito che io sul lavoro sono un rompicoglioni. Ed e’ chiaro che per entrare in questa bottega una persona dovra’ gradualmente dimostrare di aver voglia di lavorare in modo costruttivo.
Sono anni che faccio esperimenti. L’ultimo ha portato a Alcatraz, gratuitamente, 25 persone per 45 giorni. E’ stata un’esperienza molto interessante e proprio da questa vorrei partire per creare un sistema di lavoro collettivo a distanza.
Attenzione: non pretendo di lavorare solo con persone con decenni di esperienza. Anche i principianti sono ben venuti e sicuramente faranno un’esperienza professionale interessante.
Inoltre, chi e’ agli inizi spesso ha idee fresche e geniali.
Quello che non e’ possibile tollerare in una bottega sono quelli che parlano per ascoltare la propria voce e quelli che non sanno onorare gli impegni che si sono presi.
Comunque, questa e’ l’idea e come al solito vi chiedo di esprimere un parere. Se ci saranno abbastanza risposte positive nei commenti a questo post allora ne discuteremo meglio aprendo un pre-laboratorio che avra’ lo scopo di fissare le linee del progetto.
Se invece pochi rispondono l’Italia cadra’ nel caos perche’ tu non mi hai dato retta.

Jacopo Fo

Per maggiori informazioni sul Gruppo di acquisto sul fotovoltaico http://www.jacopofo.com/pannelli-solari
Prendi al volo le possibilita’ di lavoro offerte dai finanziamenti al 100% delle fonti rinnovabili http://www.jacopofo.com/node/4114
Per associarti a Cacao e sostenere la controinformazione claun http://www.alcatraz.it/soci.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: