Appello a me stesso

http://it.youtube.com/watch?v=YNb1VaTERNQ

Ieri mi hanno scritto in tanti in privato, soprattutto signorine, per complimentarsi riguardo la “mia” allegra famigliola, il nostro viverla e raccontarla. Di solito non ricevo risposte perché parlo di cose troppo grandi, troppo complicate, sono troppo rompi coglioni, “troppo… rilassati!” mi dicono, “stai sereno!” insistono.

Ve l’ho già detto che non avevo grandi pretese e volevo solo fare il comico?

“Perché non scrivi? Ti riesce bene! Con sto blog perdi solo tempo!” Così non mi dicono ma mi lasciano intendere. Ma un canale tutto “mio” per dire, scrivere e raccontare tutto quello che voglio io, senza censura e intermediari dove lo trovo? Una tv che te la fai tu, un giornale che te lo scrivi tu,  la tua visione del mondo che si fonde con le altre visioni del mondo. A me sta cosa (internet, il blog) sembra davvero un mezzo miracoloso! E’ il Piccolo che gratuitamente spodesta il grande! C’è qualità, passione, impegno, è la nuova tv che scalza quella vuota ed obsoleta che avevamo nei salotti.

E’ la possibilità che sei miliardi di persone possano esprimere la propria visione del mondo e non quella imposta dall’alto.

E’ fico, rassoda le natiche, tonifica i pensieri e ingrandisce il cuore di mezza tacca!

Provaci anche tu!

Ah, se rompo i coglioni è proprio per tutelare la meraviglia che siamo dal sogno imposto del denaro ad ogni costo, dalla cecità della ricchezza, dalla sordità dell’inquinamento prodotto per creare merci inutili, da… mi sono frantumato i coglioni da solo.

Annunci

3 Risposte to “Appello a me stesso”

  1. Erro Says:

    Ciao Andre, apprezzo lo sfogo, anche se penso che serva a poco, l’informazione oggi è alla portata di tutti, ma si è innescata l’IGNORANZA VOLONTARIA.
    Le notizie le possiamo reperire anche abbastanza agevolmente tramite internet, ma la realtà è che non ci interessa se i bambini del terzo mondo muoiono, è che abbiamo paura, paura di cambiare, perchè cambiare è qualcosa che fa fatica, è una legge della fisica, un corpo statico necessita di energia perchè si inneschi il movimento, e questa energia contrasta con la nostra PIGRIZIA MENTALE.
    Purtroppo devo dar ragione a Jacopo fo quando dice:”L’unica azione vincente è riuscire a inventare pezzetti di vita migliore e viverseli. La gente si interessa alle idee nuove solo quando vede che messe in pratica funzionano più delle vecchie.”, anche se mi spiace dirlo ma la frase originale (che non è sua) è molto più bella: “Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta” (Buckminster Fuller).
    E con questo è tutto, continua a lottare!
    Erro


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: